Delrio: "Addio ad Equitalia, i Comuni faranno un'altra società"

Pubblicato il 4 Maggio 2012 8:46 | Ultimo aggiornamento: 4 Maggio 2012 8:48

ROMA – ''Non è più tempo del pugno duro di Equitalia, l'episodio di Bergamo racconta lo stato di ordinaria disperazione in cui viviamo. Abbiamo una proposta alternativa: apriremo una società di riscossione dei tributi locali al servizio esclusivo dei Comuni, gestita e partecipata dall'Anci nazionale''. A dirlo è Graziano Delrio, presidente dell'Anci, in un'intervista a Repubblica.

Sarà, spiega il sindaco di Reggio Emilia, ''un'agenzia meno costosa, che distingua i contribuenti in base al reddito, che adotterà pesi diversi a seconda che si tratti di un evasore o di un pensionato in bolletta''. La quota di maggioranza e il controllo saranno dell'Anci Nazionale, prosegue, ma ''non sarà tutta in house. Attraverso un bando di gara individueremo uno o più operatori privati, soggetti che forniranno il know how organizzativo''.

L'agenzia, il cui obiettivo ''non è fare utili'', si occuperà sia della riscossione ordinaria, sia del recupero crediti.

La differenza con Equitalia, sottolinea Delrio, è che ''noi partiamo da un principio diverso. Non si puo' trattare allo stesso modo il pensionato che ha un appartamento di 80 mq e l'imprenditore che ha lo stesso tipo di alloggio. Prima di mettere in campo delle azioni per il recupero crediti – aggiunge – verificheremo se si tratta di un lavoratore dipendente o di un cassintegrato. Non metteremo certo ganasce fiscali per debiti da 1000 euro, come abbiamo visto accadere''.