Di Battista: “Costringere Salvini a votare il reddito di cittadinanza una vittoria M5S”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 22 gennaio 2019 13:49 | Ultimo aggiornamento: 22 gennaio 2019 13:49
Di Battista: "Costringere Salvini a votare il reddito di cittadinanza una vittoria M5S"

Di Battista: “Costringere Salvini a votare il reddito di cittadinanza una vittoria M5S”

ROMA – “Ho letto la storia che siamo subalterni” alla Lega di Salvini: “io Salvini l’ho incontrato una volta in vita mia, a un dibattito in cui gli chiesero un’opinione sul reddito e lui a onor del vetro non era contrario, ma era molto scettico. Averlo costretto politicamente a votare il reddito è una vittoria e un orgoglio del M5S”: l’ex deputato e fra i principali attivisti del Movimento Alessandro Di Battista all’evento di presentazione del reddito di cittadinanza.

Evento che segna l’inizio in grande stile della campagna elettorale in vista delle elezioni europee di maggio (sempre che sia davvero mai finita): campagna che vede lo schema preferito delle due punte, Di Maio e Di Battista, gemelli del gol che si dividono i compiti, il primo a coprire il profilo di governo, il secondo quello di lotta.

In perfetta simbiosi mediatica. E infatti Di Battista spende parole di miele per l’amico ministro: “C’è stato un lavoro straordinario da Luigi, oltretutto io credo che il ruolo che ti sei scelto sia il più difficile in assoluto. Non voglio insegnare il lavoro a nessuno ma le crisi aziendali che sta risolvendo Luigi assieme a tutto il suo staff dovrebbero essere maggiormente sottolineate, perché ci sono centinaia di lavoratori e operai che ringraziano questo giovanissimo ministro, sul quale forse c’è molta invidia. Quindi grazie Luigi, e lo dico da cittadino che non ha incarichi istituzionali e non li voglio”.