Di Maio stoppa sciopero benzinai: “Studiamo rinvio fatturazione elettronica”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 24 giugno 2018 19:57 | Ultimo aggiornamento: 26 giugno 2018 8:36
Di Maio stoppa sciopero benzinai: "Studiamo rinvio fatturazione elettronica"

Di Maio stoppa sciopero benzinai: “Studiamo rinvio fatturazione elettronica”

ROMA – “Predisporremo il rinvio al primo gennaio 2019 dell’obbligo di fatturazione elettronica per le vendite di carburanti ai soggetti con partita Iva. Questa categoria si è trovata ad essere prescelta per sperimentare, in anticipo su tutte le altre, l’entrata in vigore dell’obbligo di fatturazione elettronica”, è quanto afferma il Ministro dello Sviluppo Economico e del Lavoro, Luigi Di Maio, rilanciando una idea già abbozzata in passato. [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,-Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] “Nei prossimi giorni vogliamo avviare un tavolo tecnico al Mise con le federazioni dei gestori per scongiurare lo sciopero annunciato e per sviscerare il problema” ha aggiunto.

Così dovrebbe andare in soffitta, almeno per il momento, l’antipasto dell’obbligatorietà della fatturazione elettronica previsto per luglio: riguarderebbe la vendita di carburanti a titolari di partite Iva (mandando così in soffitta la carta carburante) e i subbappalti nell’ambito dei lavori per la Pa. Poi, dal 2019, l’obbligo dovrebbe essere esteso a tutti.

e organizzazioni di categoria dei gestori degli impianti di rifornimento carburanti valuteranno “già domani mattina” se cancellare lo sciopero nazionale del 26 giugno dopo il rinvio prospettato dal ministro Di Maio sulla fatturazione elettronica. “Siamo particolarmente attenti a questo tipo di dichiarazioni per noi è un segnale importante”, dicono dalla Fegica/Cisl, aggiungendo di “aspettarsi una convocazione” al Mise “per domani e ci auguriamo fortemente che questo possa accadere perché per noi la dichiarazione va nella direzione sperata”.

Video Agenzia Vista//Alexander Jakhnagiev