24mila statali in esubero, 16mila senza pensione. Tagli su farmaci e siringhe

Pubblicato il 8 Luglio 2012 20:48 | Ultimo aggiornamento: 8 Luglio 2012 20:55
mario monti con enrico bondi, commissario alla spending review

Mario Monti e Enrico Bondi

ROMA – Statali in esubero: 24 mila. Statali che hanno maturato i requisiti per il prepensionamento: 8 mila. Statali che rischiano di andare a casa: 16 mila. Sono questi i numeri della spending review, i numeri scritti nella relazione tecnica al decreto legge. Dai numeri si evince anche che i maggiori risparmi nel settore sanitario riguarderanno soprattutto medicine, siringhe e lenzuola pulite.

Dipendenti pubblici

Dei 24 mila dipendenti pubblici in esubero, circa 11.000 lavorano nei ministeri e negli enti pubblici non economici (di cui 5.600 nei ministeri) e 13.000 negli enti territoriali (escluse le regioni). Tra gli 11.000 nei ministeri sono 6.000 i pensionabili al 31 dicembre 2011 e 2000 negli enti locali.

5 x 1000

I soggetti che hanno maturato i requisiti al 31 dicembre 2011, spiega la relazione, sono rilevati sulla base di un importo medio di buonuscita/Tfr stimabile in circa 87.000 euro per quanto concerne i dipendenti di ministeri e gli enti pubblici non economici e in circa 50.000 euro per quanto concerne i dipendenti di enti locali, a fronte di un maggior onere pensionistico (di fatto compensato da minor costi retributivi e quindi non incidente sui saldi di finanza pubblica).

Si stimano così gli effetti in termini di erogazione anticipata di buonuscita/Tfr (tenuto conto nella valutazione che in assenza della disposizione i soggetti in esame avrebbero acceduto al pensionamento in parte nel 2013 e in parte nel 2014 e delle relative regole di liquidazione della prestazione di buonuscita/Tfr). Ci sarebbe quindi (al lordo degli effetti fiscali) un maggior esborso di 208 milioni nel 2013 ma con un risparmio gia’ dall’anno successivo (138 milioni), un risparmio di 35 milioni sia nel 2015, sia nel 2016 fino allo zero del 2017.

Giudici di pace

I primi a subire le conseguenze del taglio dei tribunali saranno i giudici di pace. La razionalizzazione degli uffici giudiziari comporta la riduzione di 674 uffici del giudice di pace, di 220 sedi distaccate, e di oltre 70 uffici giudiziari circondariali. Risparmi per 35 milioni nel 2012 e 70 milioni nel 2013. Sulle intercettazioni il risparmio sarà di 20 mln nel 2012 e 40 nel 2013.

Sanità: meno siringhe, lenzuola e posti letto

Dice la relazione tecnica che da qui al 2014 la sanità dovrà tagliare 900 milioni nel 2012, 1,8 miliardi nel 2013 e 2 nel 2014. I maggiori risparmi arriveranno dal taglio della spesa per gli acquisti di beni e servizi compresi i dispositivi e per i farmaci.

Da dove verranno questi soldi nel settore sanitario? Tagli sulle spese per siringhe, lenzuola pulite, mense. Solo alcuni dei prodotti sotto l’etichetta ‘beni e servizi’ acquistati dal servizio sanitario che saranno tagliati di 500 milioni nel 2012. Ma si dovrà fare economia anche sui dispositivi medici (dalle protesi, alle valvole cardiache, ai pace-maker) con una sforbiciata da 400 mln nel 2013 e 500 mln nel 2014 per effetto minor tetto di spesa (passa dal 5,2 al 4,9 e poi al 4,8 dal 2014)

Un taglio di 20 milioni per il 2013 e 50 per il 2014. E’ il risparmio calcolato per il taglio dei posti letto.

Consip

Risparmi per circa 480 milioni per il 2013, 960 milioni per il 2014 e 1.600 milioni annui a partire dall’anno 2015 con gli acquisti della Consip.

Intercettazioni

Sulle intercettazioni il risparmio sara’ di 20 mln nel 2012 e 40 nel 2013.