Dipendenti pubblici, figli e figliastri: dove tutti sopra 60mila €, dove nessuno

di Redazione Blitz
Pubblicato il 26 Marzo 2014 11:29 | Ultimo aggiornamento: 26 Marzo 2014 11:29
Dipendenti pubblici, figli e figliastri: dove tutti sopra 60mila €, dove nessuno

Dipendenti pubblici, figli e figliastri: dove tutti sopra 60mila €, dove nessuno

ROMA – Dipendenti pubblici, figli e figliastri: dove tutti sopra 60mila euro, dove nessuno. A Palazzo Chigi non c’è nessun dipendente che guadagni meno di 40mila euro annui. Tra magistrati e diplomatici solo uno su 10 prende meno di 80mila euro. Al contrario, nel corpo dei Vigili del Fuoco solo 187 dipendenti (lo 0,6%) riescono a ottenere una retribuzione oltre i 60mila euro, nella scuola solo 39 superano la soglia dei 70mila euro.

Una tabella del Sole 24 Ore che prende a riferimento il conto annuale 2012 fotografa una mappa a macchia di leopardo delle retribuzioni nella Pubblica Amministrazione, una mappa che segnala sacche estese di privilegi e zone d’ombra dove gli alti compensi sono una chimera. Figli e figliastri.

Chi sta sopra i 60mila euro. La carriera diplomatica consente al 96,4% dei dipendenti di guadagnare oltre 60mila euro. Nelle autorità indipendenti la quota scende di poco, 92%. La carriera prefettizia garantisce stipendi oltre i 60mila euro all’89,9% dei dipendenti.

Chi sta sotto i 60mila euro.  Detto dei Vigili del Fuoco (il 99,4% non prende mai più di 60mila euro), tra i figliastri della PA si segnalano i dipendenti della scuola (lo 0,8% supera i 60mila euro) e quelli dei Corpi di Polizia (solo l’1,7%).