Disoccupazione in calo al 12,9%: a dicembre 93 mila occupati in più. Renzi: “Solo l’inizio”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 30 Gennaio 2015 11:46 | Ultimo aggiornamento: 30 Gennaio 2015 12:25
Disoccupazione in calo al 12,9% a dicembre, giovanile scende al 42%

Foto LaPresse

ROMA – La disoccupazione a dicembre scende al 12,9%, contro il 13,4% registrato lo scorso novembre. Si tratta di 93mila occupati in più. E questo, assicura Matteo Renzi, “è solo l’inizio”. Anche la disoccupazione giovanile cala al 42%, dal 43,9% del mese precedente e toccando il valore minimo dell’anno.

Questa la stima preliminare dell’Istat, che parla di un primo segnale di contrazione dopo un periodo di crescita che si è protratto negli ultimi 6 mesi del 2014. Entrambi i valori sono in calo, nonostante i nuovi contratti previsti dal Jobs Act a partire dal 2015, avevano fatto slittare le stime di ripresa dell’Istat al prossimo anno. E intanto su Twitter il premier Renzi commenta:

“Centomila posti di lavoro in più in un mese. Bene. Ma siamo solo all’inizio. Riporteremo l’Italia a crescere”.

Il calo della disoccupazione, a cui si accompagna anche un aumento dell’occupazione, rappresenta un “dato positivo”, spiegano all’Istat. E si potrebbe dire che giunge anche un po’ a sorpresa, visto che alcuni osservatori avevano rimandato all’inizio del 2015 l’aumento dell’occupazione. Tornando a guardare le stime dell’Istituto di statistica, emerge come il tasso di disoccupazione sia comunque ancora in rialzo rispetto all’anno precedente (+0,3%).

Analizzando i dati per genere, il tasso di disoccupazione maschile, pari al 12%, diminuisce di 0,4 punti percentuali in termini congiunturali mentre cresce di 0,1 punti in termini tendenziali; quello femminile, pari al 14,1%, invece cala di 0,4 punti sul mese precedente mentre aumenta di 0,5 punti su base annua.

In calo risulta anche il numero degli under25 disoccupati: a dicembre si ferma 664 mila, in diminuzione del 4,7% su novembre (-33 mila) e del 3,1% su base annua (-21 mila). Si contrae però anche la quota degli occupati: 918 mila tra i 15 e i 24 anni, in ribasso dello 0,7% (-7 mila) rispetto al mese precedente e del 3,6% nel confronto tendenziale (-34 mila).

Infatti, aumentano gli inattivi, quanti non sono nè occupati né disoccupati (tra cui anche gli studenti). In tutto i giovani inattivi sono 4 milioni 382 mila, in aumento dello 0,9% in un mese (+37 mila) e dello 0,4% su base annua (+17 mila).