Draghi, aiuto a Tsipras: liquidità Grecia +900 mln, e “debito va alleggerito”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 16 luglio 2015 15:43 | Ultimo aggiornamento: 16 luglio 2015 15:43
Draghi, aiuto a Tsipras: liquidità Grecia +900 mln, e "debito va alleggerito"

Draghi, aiuto a Tsipras: liquidità Grecia +900 mln, e “debito va alleggerito”

ROMA – La Bce ha aumentato la liquidità alle banche greche “più o meno nella misura richiesta dalla banca centrale ellenica, pari a “900 milioni di euro”. A dirlo è il presidente della Bce Mario Draghi che incontrando la stampa prende posizione in modo netto anche sul debito greco:

“E’ fuori questione che un alleggerimento del debito per la Grecia sia necessario”.

Sul come alleggerirlo, Draghi spiega che ci si riunirà in seguito. Ma il segnale politico è forte e chiaro ed è quello di un aiuto ad Alexis Tsipras e al suo governo.

Secondo Draghi

“dire che non abbiamo fornito abbastanza liquidità alla Grecia, causando una fuga dalle banche, è ingiustificato”. Il governatore spiega infatti che la Bce ha alzato l’Ela a quasi 90 miliardi di euro da zero e che con un’esposizione di 130 miliardi è “il maggiore detentore di depositi in Grecia”.

No comment, invece, su Schaueble. “Non farò commenti sulle affermazioni di uomini politici”. Lo ha detto il presidente della Bce, Mario Draghi, rispondendo a una domanda sulle affermazioni del ministro delle Finanze tedesco Wolfgang Schaeuble sull’opportunità di un’uscita della Grecia dall’euro. “Per noi la Grecia è e resta nell’euro”.