Draghi: ripresa più lenta, Bce compra di più

di Redazione Blitz
Pubblicato il 3 Settembre 2015 15:20 | Ultimo aggiornamento: 3 Settembre 2015 15:28
Draghi: ripresa più lenta, Bce compra di più

Draghi: ripresa più lenta, Bce compra di più

ROMA – La ripresa c’è ma è più lenta del previsto, l’inflazione aumenta ma con meno vigore delle previsioni. Lo ha detto il presidente della Bce Mario Draghi spiegando che la Banca centrale comprerà di più: il quantitative easing, il sistema con cui la Bce compra titoli di Stato per aiutare la ripresa, continuerà quindi anche oltre il settembre 2016 come era inizialmente previsto.

Non solo: il Consiglio della Bce ha deciso di alzare dal 25% al 33% il limite della quantità di un’emissione di titoli di Stato acquistabile da Francoforte, ha spiegato Draghi motivando la decisione con le turbolenze che agitano i mercati.

“Le informazioni disponibili indicano un più lento aumento dell’inflazione rispetto alle precedenti stime”, ha detto Draghi sottolineando comunque che “è ancora prematuro valutare se gli sviluppi” sul prezzo del petrolio “avranno un impatto duraturo sui prezzi”.

La politica “accomodante” della Bce secondo Draghi sta funzionando, soprattutto per l’economia reale di Paesi sotto stress, come Spagna e Italia. “Abbiamo le prove che la nostra politica funziona”.