Ecobonus, rimborsi anche nel 2015. Ma al 50%, addio 65% per risparmio energetico

di Redazione Blitz
Pubblicato il 4 ottobre 2014 13:09 | Ultimo aggiornamento: 4 ottobre 2014 13:09
Ecobonus, rimborsi anche nel 2015. Ma al 50%, addio 65% per risparmio energetico

Maurizio Lupi, ministro delle Infrastrutture (foto Ansa)

CAMPI DI BISENZIO (FIRENZE) – L’ecobonus per le ristrutturazioni di casa e per il risparmio energetico restano anche nel 2015. Ma il bonus ristrutturazioni sarà al 50%: lo Stato cioè rimborserà ai cittadini che fanno lavori casalinghi a favore del risparmio energetico il 50% del costo dei lavori (finora rimborsa il 65% per i lavori incentrati al risparmio energetico, come l’installazione di finestre ad alta efficienza energetica).

Lo ha detto il ministro per le Infrastrutture e Trasporti, Maurizio Lupi, spiegando che le novità sugli ecobonus saranno probabilmente contenute nella legge di Stabilità:

“Nel giugno del prossimo anno – ha detto ancora Lupi – gli effetti della legge di stabilità saranno in opera. Nella legge di stabilità 2014, nel 2015, è prevista ancora la ristrutturazione, solo che si abbassa dal 65 al 50 per cento. Quindi se noi interveniamo lo facciamo perché questo provvedimento è uno dei pochi che ha funzionato. Ricordo a tutti, e l’ho ricordato anche all’Economia e alla Ragioneria dello Stato, che non si prevedevano cinque miliardi di euro in più, aggiuntivi, arrivati da questo provvedimento. Credo che ci sarà ancora la proroga di questo provvedimento”.

“Ci siamo impegnati tutti affinché nella legge di stabilità ci sia questo provvedimento, che è quello che serve all’Italia per uscire dalla crisi. La defiscalizzazione per rimettere in moto con fiducia i consumi dei cittadini e riqualificare un intero patrimonio edilizio è la strada giusta. Sono certo che nella legge di stabilità ci sia questo provvedimento. Ci sarà e si completerà quindi con il decreto sblocca Italia, che mette 4 miliardi di euro a disposizione”.