Ecobonus e sismabonus, sconto direttamente dal fornitore. Va comunicato all’Agenzia delle Entrate

di Redazione Blitz
Pubblicato il 2 Agosto 2019 14:10 | Ultimo aggiornamento: 2 Agosto 2019 14:10
Ecobonus e sismabonus, sconto non detrazione

Lavori di ristrutturazione

ROMA – Ecobonus e sismabonus, al via lo sconto al posto della detrazione: è possibile ottenere il contributo direttamente dal fornitore. L’opzione è valida sia per gli interventi sui singoli immobili che per i lavori condominiali.

I contribuenti beneficiari delle detrazioni per gli interventi di riqualificazione energetica e di riduzione del rischio sismico possono optare per un contributo di pari ammontare, sotto forma di sconto sul corrispettivo dovuto, anticipato dal fornitore che ha effettuato gli interventi.

L’opzione va comunicata all’Agenzia delle Entrate, a pena d’inefficacia, nell’area riservata del sito internet dell’Agenzia, entro il 28 febbraio dell’anno successivo a quello di sostenimento delle spese che danno diritto alle detrazioni. La comunicazione può essere presentata anche agli uffici dell’Agenzia delle Entrate, utilizzando il modulo ad hoc.

Il settore delle piccole e medie imprese rischia di chiudere i battenti a causa dell’articolo 10 del decreto Crescita che prevede l’anticipo di onerose spese per interventi di ristrutturazione di efficienza energetica di prevenzione anti sismica.

E’ la denuncia arrivata dalla senatrice di Forza Italia, Roberta Toffanin, nel corso di una conferenza stampa organizzata a palazzo Madama. “Fi chiede al governo di modificare l’articolo 10 del decreto Crescita – spiega – che penalizza fortemente le piccole e medie imprese a cui chiede di fare sostanzialmente da banche. Le Pmi non possono anticipare gli incentivi relativi all’ecobonus e all’antisismica perché non avrebbero la capacità per poter sostenere i costi quotidiani”. (fonte Ansa, Agenzia delle Entrate)