Edison, voci di un aumento di capitale da 1 miliardo creano bufera in Borsa

Pubblicato il 13 Dicembre 2010 21:13 | Ultimo aggiornamento: 13 Dicembre 2010 21:18

Le indiscrezioni su un possibile aumento di capitale da un miliardo di euro mandano al tappeto Edison a Piazza Affari. La notizia, riportata dall’agenzia Bloomberg e motivata con le difficoltà nel mercato del gas, ha scatenato le vendite sul titolo (-7,31% a 0,86 euro) nonostante la smentita della società secondo cui ”tale ipotesi non è mai stata e non è alla considerazione di alcun organo sociale”.

”In cda non se ne è mai parlato” ha detto il presidente di Edison, Giuliano Zuccoli, riferendosi a ”notizie che fanno male alla societa”’. Anche un altro membro del consiglio di amministrazione di Edison, Andrea Viero, direttore generale di Iren, ha bollato le ipotesi come ”sciocchezze” escludendo che il tema sia mai stato oggetto di discussione in consiglio. Le indiscrezioni hanno pesato anche su A2A, il principale dei soci italiani di Edison, che ha chiuso in calo del 3,62% a 1,03 euro. La società, che ha denunciato volumi ”anomali” sul suo titolo e un ”marcato calo”, ha inviato alla Consob un esposto ”chiedendo di porre in essere tutti gli atti necessari per l’accertamento di eventuali violazioni della disciplina vigente in materia di manipolazioni del mercato”.

Lo scenario dipinto da Bloomberg, che ha citato persone a conoscenza della situazione e che ha affermato che l’ipotesi è stata affrontata in cda a dicembre, è piuttosto fosco. Il prossimo anno l’Ebitda potrebbe risultare inferiore tra il 30 e il 50% agli 1,35 miliardi stimati dagli analisti a causa dei contratti di fornitura a lungo termine che impongono a Edison di acquistare il metano a prezzi di gran lunga superiori a quelli del mercato a breve termine. Molto dipenderà da come andrà la rinegoziazione dei contratti coi fornitori, già in corso. Edison rischia inoltre di dover svalutare per centinaia di milioni le partecipazioni in Edipower e nel giacimento egiziano di Abu Qir, acquistato due anni fa per 1,4 miliardi di dollari e per il quale Quadrino non e’ riuscito a trovare un socio di minoranza.

Le difficoltà sul mercato del gas, assieme a un indebitamento di 4 miliardi (4 volte l’Ebitda), ha spinto S&P, Moody’s e Fitch a tagliare il rating tra ottobre e novembre. La tempesta su Edison arriva mentre si stanno muovendo i primi passi nella difficile trattativa tra i soci italiani, riuniti in Delmi, ed Edf per il riassetto della società. Un rinvio di un anno è possibile, ha ammesso Zuccoli, viste le difficoltà di trovare un accordo. Che la situazione sia complicata l’hanno confermato anche i vertici di Iren, alleati di A2A in Delmi. In caso di liquidazione della quota del 15% in Delmi ”non vogliamo minusvalenza” hanno detto nonostante l’abisso che separa il valore dei titoli Edison in borsa (0,8 euro) da quelli di carico (1,6 euro). Mentre sulla spartizione degli asset resta il problema di accontentare tutti i soci.