Effetto manovra: spread oltre 280 punti, Borsa Milano apre in ribasso di oltre il 2%

di redazione Blitz
Pubblicato il 28 settembre 2018 9:49 | Ultimo aggiornamento: 28 settembre 2018 12:42
Effetto manovra: spread oltre 260 punti, Borsa Milano apre in ribasso di oltre il 2%

Effetto manovra: spread oltre 260 punti, Borsa Milano apre in ribasso di oltre il 2%

MILANO – Avvio carico di tensioni sul mercato azionario per i titoli di Stato italiani, con lo spread tra Btp e Bund che in pochi minuti si allarga di oltre 20 punti e sfonda quota 260 punti base. Dopo 4 ore è salito a 280. E’ l’effetto manovra: all’indomani dell’accordo annunciato tra M5s e Lega sulla nota di aggiornamento al Def che prevede un rapporto Deficit/Pil al 2,4% per tre anni, la Borsa di Milano apre in ribasso di oltre il 2%. 

In totale la manovra dovrebbe valere 33,5 miliardi, di cui 27,2 in deficit. Il ministro Giovanni Tria aveva fissato l’asticella del deficit all’1,6%.Un numero che avrebbe permesso di spendere scarsi 12 miliardi in deficit, in pratica la somma che sarebbe servita per disinnescare l’aumento Iva e basta. Ora però il numero scritto dal governo va ben al di la: al 2,4%.

Nei primi scambi a Piazza Affari l’indice Ftse Mib perde il 2,2%, con Intesa e Unicredit che cedono oltre il 5% e tutto il settore del credito sotto la pioggia di vendite in parallelo a quella che sta colpendo i titoli di Stato italiani.

Fiacchi in partenza gli altri mercati azionari europei: Londra cede lo 0,2%, Francoforte e Parigi hanno aperto in calo dello 0,4%.