Enel, nuove nomine del Global Sustainability Standards Board

di Redazione Blitz
Pubblicato il 17 Novembre 2020 16:59 | Ultimo aggiornamento: 17 Novembre 2020 16:59
Enel nomine Global Sustainability Standards Board

Enel, nuove nomine del Global Sustainability Standards Board (foto ANSA)

Sono tre le nuove nomine del Global Sustainability Standards Board (GSSB), l’organismo indipendente con la competenza di sviluppare ed emanare gli Standard GRI.

Sono tre le nuove nomine del Global Sustainability Standards Board (GSSB), l’organismo indipendente con la competenza esclusiva di sviluppare ed emanare gli Standard GRI.

L’insieme dei membri del GSSB costituisce una compagine che riflette una vasta gamma di competenze e ampia rappresentatività internazionale, che si fa portavoce dei punti di vista dei diversi stakeholder sul reporting della sostenibilità.

I nuovi membri che entrano a far parte del GSSB sono:

·         Giulia Genuardi, responsabile Sustainability Planning & Performance Management, Enel (Italia)

·         Joseph Martin, esperto ambientale, Saudi Aramco (Arabia Saudita)

·         Kim Schumacher, Senior Research Fellow e docente universitario, Tokyo Institute of Technology (Giappone)

Inoltre, Vincent Kong (Sustainability Manager, Sun Hung Kai Properties Group, Hong Kong, Cina), è stato rinominato per il secondo mandato. Cessano dalle funzioni Kirsten Margrethe Hovi (Vice-presidente e responsabile Extra-Financial Reporting, Norsk Hydro ASA, Norvegia) e Tung-Li (Tony) Mo (Vice-segretario generale, Taiwan Business Council for Sustainable Development).

Judy Kuszewski, Presidente di GSSB, ha dichiarato:

“Il GSSB lavora esclusivamente nell’interesse pubblico al fine di emanare i principali standard al mondo per le organizzazioni, in modo che queste possano comprendere e comunicare il proprio impatto economico, ambientale e sociale, cercando di conseguire una maggiore trasparenza così da soddisfare l’esigenza degli stakeholder di avere informazioni comparabili e coerenti.

È fondamentale che la nostra governance disponga del giusto mix di conoscenze e competenze, affinché tutte le priorità in termini di definizione degli standard e le attività associate supportino tali obiettivi. Sono quindi lieta di dare il benvenuto ai tre nuovi membri di alto profilo che entrano a far parte del GSSB: Giulia, Joseph e Kim. Esprimo la mia gratitudine a Kirsten e Tony per gli anni in cui hanno fornito il loro prezioso contributo ai lavori del GSSB”.

Giulia Genuardi ha dichiarato: “Migliorare la qualità e l’affidabilità dei risultati delle imprese diventa fondamentale per comunicare il contributo che apportano allo sviluppo sostenibile, oltre che per descrivere efficacemente i futuri megatrend e le relative tematiche innovative, che diventeranno importanti in futuro. Attendo con impazienza di collaborare con gli altri membri del GSSB per favorire passi avanti nelle pratiche di reporting sulla sostenibilità e aiutare le imprese a perseguire lo scopo di divulgare informazioni in modo lungimirante e trasparente”.

Joseph Martin ha dichiarato: “Il crescente interesse per le performance di sostenibilità da parte di soggetti interessati di tutto il mondo ha reso più importante che mai la definizione di standard solidi e ampiamente accettati per i parametri di sostenibilità e la comunicazione delle informazioni. Gli Standard GRI possono consentire a qualunque organizzazione, indipendentemente dal settore di appartenenza o dalla tipologia, di fornire rapporti descrittivi e dati per monitorare il proprio percorso verso la creazione di valore sostenibile. Sono lieto di far parte del GSSB e non vedo l’ora di iniziare il mio mandato”.

Kim Schumacher ha aggiunto: “In quanto ricercatore interdisciplinare che opera a cavallo tra scienze ambientali e impresa, comprendo il ruolo fondamentale svolto dalle peer review basate su dati scientifici e dai metodi di verifica indipendenti per migliorare l’affidabilità e la coerenza dei dati aziendali. Un rigore scientifico costante è quindi indispensabile per ridurre i rischi di “greenwashing” nei settori commerciale e finanziario, migliorando il reporting aziendale e la comunicazione delle informazioni non finanziarie. Sono pertanto onorato di contribuire all’impegno per la definizione degli standard di sostenibilità globali della GRI”.