Equitalia in crisi: perdite di 40 mln in 2 anni, ricavi in calo di 300 mln

di Redazione Blitz
Pubblicato il 18 Giugno 2013 9:59 | Ultimo aggiornamento: 18 Giugno 2013 9:59

Equitalia in crisi: perdite di 40 mln in 2 anni, ricavi in calo di 300 mlnROMA – L’altra faccia di Equitalia, non quella che riscuote, ma quella che spende. Si tratta di una struttura con con oltre 8mila dipendenti, oltre 500 milioni di euro l’anno solo di stipendi. Per Equitalia inoltre ricavi scesi di 197 milioni tra il 2010 e il 2011 e assestatesi al ribasso ulteriormente nel corso del 2012.

Ma cosa sono i ricavi per gli esattori del fisco? Sono semplicemente gli aggi, cioè le commissioni riconosciute al gruppo guidato da Attilio Befera sui volumi riscossi. Ebbene le commissioni attive valevano 1,224 miliardi nel 2010, sono scese a 1,031 miliardi nel 2011 e nell’ultimo bilancio quello del 2012 la contrazione è stata di altri 100 milioni, con le commissione attive ferme a quota 925 milioni.

Spiega il sole 24 Ore:

In tre anni quindi Equitalia ha perso fatturato per 300 milioni, il 25% del totale. E del resto è la stessa Equitalia ad ammettere tra le pieghe del bilancio del 2012 che gli aggi sono in flessione in relazione ai minori volumi di riscossione (-12,6% solo nel 2012). La riscossione dei ruoli esattoriali che era stata di 8,6 miliardi nel 2011 è scesa infatti di un miliardo secco attestandosi a 7,5 miliardi a fine 2012. Ma per Equitalia hanno anche pesato tra i motivi del brusco rallentamento il decremento dei rimborsi spese per le procedure coattive. Insomma unghie spuntate per i tanto vituperati esattori dello Stato.Ovvio che ha pesato anche il clima di intolleranza verso la faccia crudele dell’esazione.

Il costo del lavoro pesa tantissimo sull’operatività della struttura. Per pagare gli 8100 dipendenti del gruppo se ne vanno ben 506 milioni di euro l’anno. Erano addirittura 549 milioni nel 2011.