Esodati: colpiti i pensionati da 2.500 euro in su, sono 500mila

Pubblicato il 13 Novembre 2012 10:20 | Ultimo aggiornamento: 13 Novembre 2012 13:32
Fondo esodati, quelli che non si salvano

ROMA – Esclusi dalla salvaguardia coloro che sono stati licenziati prima del 2011 in seguito al fallimento dell’impresa per la quale lavoravano. Penalizzate le pensioni tra i 2.500 e i 3.000 euro. Penalizzate anche le ben 265mila pensioni che superano i 3mila euro. Sono gli esodati “non salvati” dal nuovo emendamento inserito nelle modifiche alla legge di Stabilità. (Leggi qui chi si salva)

Le fonti di finanziamento per gli esodati diventano quindi tre: i 9 miliardi già stanziati finora, i 100 milioni del fondo previsto dalla legge di Stabilità, altri 554 milioni aggiunti con l’emendamento di lunedì che prevede il blocco, nel 2014, dell’adeguamento all’inflazione per la parte di pensione superiore a sei volte il minimo Inps (2.883,18 nel 2012).

Il congelamento dell’indicizzazione è previsto per il solo 2014, poiché i risparmi realizzati dallo Stato si trascinano negli anni successivi. Esiste però una possibilità che il blocco della perequazione non scatti. L’emendamento prevede infatti che “entro il 30 settembre 2013” il governo monitorerà gli esodati.