Esodati, arriva il terzo decreto: altri 10mila in pensione con le vecchie regole

Pubblicato il 8 Marzo 2013 19:29 | Ultimo aggiornamento: 8 Marzo 2013 19:31
fornero

Elsa Fornero (foto LaPresse)

ROMA – Arriva il terzo decreto per gli esodati, una legge che interessa circa 1omila lavoratori. Il ministro del Lavoro Elsa Fornero ha infatti definito, d’intesa con il Ministro dell’Economia, Vittorio Grilli il terzo decreto in favore dei lavoratori salvaguardati, ai quali verrà applicata la normativa su requisiti e decorrenze precedente la riforma delle pensioni.

Il decreto che prevede la salvaguardia di ulteriori 10.130 lavoratori (per altri 120.000 sono operativi altri due decreti) è stato inviato alla Camera e al Senato per l’esame da parte delle competenti commissioni parlamentari.

La platea complessiva dei cosiddetti salvaguardati rispetto all’aumento dell’età pensionabile, che quindi potranno andare in pensione con le regole precedenti la riforma Fornero, supera così le 130 mila persone.

Quest’ultimo decreto definito dal ministro del Lavoro d’intesa con il ministro dell’Economia e che interesserà 10.130 lavoratori si aggiunge infatti ai precedenti due decreti che hanno riguardato rispettivamente 65 mila e 55 mila persone.   Questi due decreti sono già operativi e da febbraio sono partite le prime lettere agli interessati da parte dell’Inps, con cui si certifica il loro diritto alla pensione mentre la decorrenza dipende dai singoli casi, come aveva chiarito lo stesso Istituto.