Economia

La crisi? In Cina è già finita: +44% dell’export a giugno.

Un dato che fino a qualche mese fa nessuno si aspettava, nemmeno a Pechino: l’esportazione della Cina a giugno ha fatto registrare un +44% rispetto a 12 mesi prima. Un dato eccezionale, che ha smentito le preoccupazioni di un “effetto yuan” di chi temeva un effetto negativo sull’export cinese a causa della crisi debitoria del mercato europeo: se Pechino vende, e tanto, vuol dire insomma che qualcuno le merci le compra.

Ma la prospettiva della crescita cinese, in Occidente viene vista in un altro modo. E si riaccende la polemica con Washington. La moneta cinese, infatti,  continua  a non rivalutarsi, oscillando tra +0,5 e -0,5 % sul dollaro. Lo yuan continua quindi a essere sottovalutato rispetto al dollaro, facendo quindi guadagnare terreno all’export di Pechino.

To Top