Famiglie italiane: debiti per 15 mila euro. A Lodi, Roma e Milano le più indebitate

Pubblicato il 14 Agosto 2009 11:41 | Ultimo aggiornamento: 14 Agosto 2009 11:41

Le famiglie italiane sono sempre più indebitate, è quanto emerge da un’indagine della Cgia (Associazione artigiani e piccole imprese) di Mestre, relativa al 2008, anno in cui la media dei debiti per famiglia è di 15.067,76 euro.

L’indebitamento è in gran parte dovuto ai mutui per l’acquisto della casa, ai prestiti per l’acquisto di beni mobili, al credito al consumo, ai finanziamenti per la ristrutturazione di beni immobili.

Il maggiore indebitamento è carico delle famiglie di Lodi (20.960 euro), seguite da Roma (20.953 euro) e Milano (20.857 euro). Tra le meno indebitate, le famiglia sarde.

«Le province più indebitate sono quelle che presentano anche i livelli di reddito più elevati», afferma Giuseppe Bortolussi, segretario della Cgia di Mestre. «Tra le famiglie in difficoltà vi sono molti nuclei appartenenti alle fasce sociali più deboli. Però, considerando i forti investimenti degli scorsi anni nel settore immobiliare, questo indebitamento preoccupa relativamente. Altra cosa è la variazione registrata tra il 2002 e il 2008».

Infatti dall’introduzione dell’euro (gennaio 2002) l’indebitamento medio delle famiglie italiane è cresciuto dell’81%, con il record in provincia di Chieti: +118%. Sopra della media nazionale ci sono molte provincie di Puglia, Campania e Abruzzo, dato forse legato alla crisi economica che ha costretto molte famiglie a prestiti bancari.