Economia

Fassina: “Ministro Guidi in conflitto d’interessi. Delega tv pro-Berlusconi”

Fassina: "Ministro Guidi in conflitto d'interessi. Delega tv pro-Berlusconi"

Fassina: “Ministro Guidi in conflitto d’interessi. Delega tv pro-Berlusconi”

ROMA – Fassina: “Ministro Guidi in conflitto d’interessi. Delega tv pro-Berlusconi”. Le dimissioni di Federica Guidi dagli incarichi ricoperti nell’azienda di famiglia non risolvono il conflitto di interessi. Così Stefano Fassina interviene sulle polemiche (si discute fra l’altro di una sua recente cena ad Arcore) relative alla nomina dell’ex presidente dei giovani industriali al ministero dello Sviluppo economico e, intervistato dall’Unità, sottolinea: “Le dimissioni sono irrilevanti rispetto al conflitto”, perché “lei e la famiglia restano proprietari di un’azienda che ha molte commesse dalla pubblica amministrazione”.

Per l’ex viceministro dell’Economia, “la presenza di Federica Guidi è inopportuna e per quanto mi riguarda inadeguata in un governo a guida Pd”; in particolare, del neo ministro Fassina contesta l'”orientamento di politica economica” e la lontananza “dalla cultura dell’intervento pubblico in economia”. Fassina, inoltre, incalza sull’orientamento del neo ministro: “Non era necessario chiedere alla Guidi per chi vota, visto che da mesi compare sui giornali come uno dei volti nuovi che Silvio Berlusconi avrebbe voluto in Fi”.

L’ex viceministro attacca: il governo ha “voluto dare un messaggio chiaro a Berlusconi scegliendo questa persona per un ministero che ha competenza anche sulle telecomunicazioni”. Fassina, al contrario, respinge qualunque ipotesi di conflitto di interesse per Giuliano Poletti, neo ministro del Lavoro: “Non mi pare che Poletti sia proprietario della Lega delle cooperative”.

To Top