Fca ritira la proposta di fusione con Renault: “In Francia non ci sono le condizioni politiche”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 6 Giugno 2019 0:41 | Ultimo aggiornamento: 6 Giugno 2019 8:58
FCA ritira la proposta di fusione con Renault. Il CDA francese: "Decisione rinviata su richiesta dello Stato" (foto Ansa)

FCA ritira la proposta di fusione con Renault. Il CDA francese: “Decisione rinviata su richiesta dello Stato” (foto Ansa)

ROMA – Fca ha ritirato la proposta di fusione per Renault dopo che il cda della casa automobilista francese ha deciso di non deliberare sulla proposta di nozze con Fiat Chrysler. Lo riportano l’agenzia Bloomberg e il Wall Street Journal citando alcune fonti. Il titolo di Fca, dopo la diffusione della notizia, è subito calato a Wall Street segnando un -3,7%.

Il consiglio di amministrazione di Renault da Parigi, infatti, nella notte ha ritirato la sua decisione sulla proposta di nozze con Fiat Chrysler su richiesta dello Stato francese. Lo ha annunciato la casa francese, dopo oltre sei ore di Cda a Boulogne-Billancourt, alle porte di Parigi. “Il Cda – si legge in una nota – non è stato in grado di prendere una decisione a causa dell’auspicio espresso dai rappresentanti dello Stato francese di rinviare il voto ad un consiglio ulteriore”.

La nota di Fca.

“Fca continua a essere fermamente convinta – spiega in una nota – della stringente logica evolutiva di una proposta che ha ricevuto ampio apprezzamento sin dal momento in cui è stata formulata e la cui struttura e condizioni erano attentamente bilanciati al fine di assicurare sostanziali benefici a tutte le parti. E’ tuttavia divenuto chiaro che non vi sono attualmente in Francia le condizioni politiche perché una simile fusione proceda con successo”.

Fca esprime “sincera gratitudine a Groupe Renault, in particolare al suo presidente, al suo amministratore delegato ed agli Alliance Partners, Nissan Motor Company e Mitsubishi Motors Corporation, per il loro costruttivo impegno in merito a tutti gli aspetti della proposta di Fca. Fca continuerà a perseguire i propri obiettivi implementando la propria strategia indipendente”. 

Fonte: Ansa.