“Ferrari, come sarà il futuro dopo Montezemolo?”, Wall Street Journal

di Redazione Blitz
Pubblicato il 21 settembre 2014 11:29 | Ultimo aggiornamento: 21 settembre 2014 11:30
"Ferrari, come sarà il futuro dopo Montezemolo?", Wall Street Journal

Montezemolo (LaPresse)

NEW YORK (STATI UNITI) – Come sarà il futuro della Ferrari dopo Montezemolo? Se lo chiede il Wall street Journal che dedica all’argomento un lunghissimo articolo nel suo numero di domenica 21 settembre.

Il quotidiano traccia tutto il percorso fatto dalla casa di Maranello sotto la guida di Luca Cordero di Montezemolo: dalla situazione caotica trovata dopo la morte di Enzo Ferrari fino a alla lunga teoria di successi che l’hanno portata a diventare

“un mostruoso successo, una caso di gestione aziendale studiato in tutto il mondo, un inesauribile e magico bancomat con ricavi e utili record”.

L’articolo si interroga

“sull’infallibilità delle leggi di mercato” che hanno portato all’uscita di Montezemolo con l’ipo di Fca Chrysler sullo sfondo il 13 ottobre e l’intento di Marchionne di alzare la produzione da 7.000 a 10.000 circa vetture all’anno”,

ricordando che durante tutta la sua presidenza Montezemolo ha seguito la strategia opposta per preservare l’esclusività del marchio. Marchionne, ricorda il giornale la scorsa settimana ha affermato:

“è lo stesso per entrambi: dobbiamo servire la società. Quando l’azienda ha un cambiamento di programma, se non vi è una convergenza di idee, le cose cambiano”.

Ma il Wsj sostiene che non tutti i manager sono sempre intercambiabili e non tutti i marchi sono uguali evocando la perfetta linea di continuità e di stile tra il patron Enzo Ferrari e Luca Cordero di Montezemolo