Ferrari si quota a New York. Ma la sede fiscale resta in Italia

di Redazione Blitz
Pubblicato il 23 luglio 2015 14:55 | Ultimo aggiornamento: 23 luglio 2015 14:56
Ferrari si quota a New York. Ma la sede fiscale resta in Italia

(Foto d’archivio)

TORINO  – Ferrari si quota a Wall Street, ma la sede fiscale resta in Italia. Lo precisa il Gruppo Fca (Fiat Chrysler Automobiles) in una nota, chiarendo così che il cavallino rampante non espatrierà come la casa madre, che, anche lei quotata a New York, ha sede legale olandese e sede fiscale inglese.

Fca, attraverso la sua controllata New Business Netherlands Nv (che assumerà il nome di Ferrari Nv), ha depositato presso Sec la documentazione relativa all’offerta pubblica iniziale di azioni ordinarie attualmente detenute da Fca.

Spiega Fca:

“Il numero di azioni ordinarie oggetto dell’offerta e il range di prezzo dell’offerta  non sono ancora stati determinati, fermo restando che si prevede che l’oggetto dell’offerta non ecceda il 10% delle azioni ordinarie. In connessione con l’offerta pubblica iniziale, Ferrari intende presentare domanda per l’ammissione alla quotazione sul New York Stock Exchange delle sue azioni”.

Come annunciato il 9 luglio, “la separazione di Ferrari da Fca non comporta e non comporterà il cambiamento della residenza fiscale di Ferrari Spa, che continuerà infatti ad avere nazionalità e residenza fiscale italiane e pagherà le tasse sui propri redditi come fanno oggi tutte le società fiscalmente residenti in Italia”.

Ubs Investment Bank, Bofa Merrill Lynch e Banco Santander agiscono, precisa Fca, in qualità di Joint Bookrunners dell’offerta e Ubs Investment Bank riveste il ruolo di Global Coordinator.