Fiat, Chiamparino: “Da Marchionne ampia disponibilità”

Pubblicato il 23 luglio 2010 16:36 | Ultimo aggiornamento: 23 luglio 2010 16:37

Il sindaco di Torino Sergio Chiamparino

L’amministratore delegato della  Fiat Sergio Marchionne non intender ”pregiudicare quella ‘T’ che nell’acronimo Fiat rimanda a Torino”. E’ la percezione, insieme a quella di una ”ampia disponibilità”, che il sindaco di Torino, Sergio Chiamparino, ha tratto da un suo contatto telefonico con Marchionne. Il sindaco lo ha detto in Consiglio comunale dopo aver parlato per telefono con il manager e con il ministro del lavoro Maurizio Sacconi.

”A Marchionne ho chiesto che si possa affrontare il nodo Mirafiori e – ha detto il sindaco – mi è sembrato di trovare da parte sua ampia disponibilità e volontà di non pregiudicare quella ‘T’ che nell’acronimo Fiat rimanda a Torino. Dico questo – ha aggiunto – senza indulgere a facili ottimismi”.

Quanto a Sacconi ”ho apprezzato molto il suo gesto – ha detto Chiamparino riferendosi al tavolo che il ministro intende aprire – e gli ho detto che però su quel tavolo deve mettere qualcosa in più della sua disponiblità. Non possiamo, né dobbiamo fare come la Serbia, e non aggiungo altro”. “Ma senza politica industriale – ha concluso Chiamparino – non si va da nessuna parte”.