Fiat-Fiom, il giudice di Modena: deciderà la Corte Costituzionale sul ricorso

Pubblicato il 4 Giugno 2012 21:57 | Ultimo aggiornamento: 4 Giugno 2012 22:05

TORINO, 4 GIU – Tocchera' alla Corte Costituzionale pronunciarsi sul ricorso della Fiom sulla rappresentanza. Lo ha chiesto il tribunale di Modena che ha sciolto la riserva sul ricorso relativo agli stabilimenti Ferrari, Maserati e Cnh.

Il giudice rileva che ''e' rilevante e non manifestamente infondata l'eccezione di legittimita' costituzionale dell'articolo 19 della legge 300 per contrasto con gli articoli 2,3 e 39 della Costituzione'' e dispone ''l'immediata trasmissione degli atti alla Corte Costituzionale, sospende il giudizio in corso, ordina che l'ordinanza sia notificata alle parti, al presidente del con e ai presidenti delle due Camere del Parlamento''. Finora 11 tribunali hanno dato ragione alla Fiat, 7 alla Fiom.

''E' evidente – commenta Giorgio Airaudo, segretario nazionale della Fiom – che la Fiat ha operato ai limiti delle leggi e delle interpretazioni costituzionali ed e' quindi ovvio che ci siano giudizi diversi tra i tribunali e che si sia arrivati al rinvio alla Corte Costituzionale. Non e' solo opinione della Fiom. Va ripristinato il diritto dei lavoratori a scegliere il sindacato e la rappresentanza sindacale che vogliono, cosi' come prevede la Costituzione''.