Fiat/ Il governo belga chiede che su Opel discuta la UE. Teme per gli impianti GM di Anversa

Pubblicato il 27 maggio 2009 11:06 | Ultimo aggiornamento: 27 maggio 2009 11:06

Il Belgio entra nella partita Opel. Lo fa per difendere i posti di lavoro degli impianti di Anversa, probabili sacrificati rispetto a quelli di Bochum in Germania. Il governo belga si è mosso d’intesa con il Premier delle Fiandre con una lettera al Cancelliere tedesco Merkel, al presidente della Commissione Europea, Josè Manuel Barroso e al commissario Ue all’Industria, Guenther Verheugen. La richiesta è chiara: il destino delle attività europee di General Motors venga discusso in sede europea.

Ricordiamo che Magna aveva pensato a mantenere Bochum e sacrificare Anversa, mentre Marchionne della Fiat aveva fatto assicurazioni che gli impianti belgi non sarebbero stati chiusi.

General Motors Europe, oltre che in Belgio e in Germania, ha impianti in Spagna (Opel), Polonia (Opel), Gran Bretagna (Vauxhall) e Svezia.