Fiat: la Cassazione respinge i ricorsi di Ifil-Exor e Consob. Resta la sanzione di 6,3 milioni per equity swap

Pubblicato il 1 Ottobre 2009 13:12 | Ultimo aggiornamento: 1 Ottobre 2009 13:13

Confermate le sanzioni della Consob (6,3 mln) comminate a Ifil-Exor per l’operazione di equity swap che consentì alla famiglia Agnelli di conservare il controllo della Fiat. Il verdetto della Cassazione, respingendo i ricorsi di Gianluigi Gabetti, Franzo Grande Stevens, dell’accomandita Agnelli e della stessa Consob, rende definitivo il provvedimento con cui la Corte d’Appello di Torino aveva drasticamente ridotto il peso delle sanzioni Consob.

La commissione di controllo aveva contestato il contenuto di un comunicato diffuso dagli avvocati Fiat il 24 agosto 2005 dove si diceva che, in vista della scadenza del convertendo da tre miliardi con le banche, non erano in programma o allo studio iniziative particolari sul titolo Fiat.gabetti e elkan