Fiat-Opel/ Marchionne a Scajola: pronto ad incontrare governo e sindacati

Pubblicato il 15 maggio 2009 17:15 | Ultimo aggiornamento: 15 maggio 2009 21:13

Piena disponibilità ad incontrare Governo e Sindacati appena sarà possibile ipotizzare una definizione delle trattative in corso con Opel, che intendono assicurare una prospettiva industriale al sistema automobilistico italiano: è questa la risposta dell’amministratore della Fiat Sergio Marchionne alla lettera inviatagli nei giorni scorsi dal Ministro dello Sviluppo economico Claudio Scajola, nella quale si sottolineava la centralità delle fabbriche italiane e si preannunciava la convocazione di un tavolo per fare il punto sulle strategie industriali dell’Azienda.

«La ringrazio – scrive Marchionne a Scajola – per le parole di apprezzamento nei confronti delle iniziative che stiamo portando avanti negli Stati Uniti e in Europa, che intendono assicurare una prospettiva industriale anche al sistema automobilistico italiano, al di là della grave crisi che ha colpito il settore automotive in tutto il mondo».

«Concordo – prosegue Marchionne – sull’opportunità di un incontro con il Governo italiano e con il Sindacato – con cui peraltro abbiamo avuto una riunione ufficiale a Torino a fine aprile – che si potrà tenere appena sarà possibile ipotizzare una concreta definizione delle trattative in corso».

Intanto si è affacciata l’ipotesi che anche per Opel, come per Chrysler si scelga la strada del fallimento pilotato.