Economia

Fiat-Veba, c’è la firma definitiva: al Lingotto il 100% di Chrysler

Fiat-Veba, c'è la firma definitiva: al Lingotto il 100% di Chrysler

Sergio Marchionne (Foto Lapresse)

DETROIT – Fiat-Veba, c’è la firma definitiva: al Lingotto va il 100% dell’americana Chrysler. Un’acquisizione costata 3,6 miliardi di dollari: 1,7 da Fiat e 1,9 da Chrysler, in entrambi i casi attraverso l’utilizzo della liquidità disponibile.

In base al Memorandum d’intesa sottoscritto con il sindacato Uaw, a integrazione del contratto collettivo vigente di Chrysler, saranno versati altri 700 milioni di dollari al fondo Veba in quattro quote paritetiche pagabili su base annua. La prima quota è stata versata dal gruppo Chrysler in concomitanza con il closing dell’operazione con Fiat.

Gli impegni importanti per Fiat non sono finiti. Entro il 29 gennaio, giorno in cui si riunirà il Consiglio di Amministrazione del Lingotto, gli azionisti dovranno decidere dove fissare la sede legale e la sede fiscale, quale sarà la Borsa di quotazione principale (Piazza Affari o Wall Street), e il nome e la sede del quartier generale della nuova Fiat-Chrysler. Quanto al nome, l’amministratore delegato Sergio Marchionne ha già chiarito: “Ci saranno sia Fiat sia Chrysler”. 

To Top