Il figlio di Gheddafi investe 100 milioni di dollari nel cinema hollywoodiano

Pubblicato il 2 Marzo 2011 8:41 | Ultimo aggiornamento: 1 Marzo 2011 19:45

LOS ANGELES – Mentre gli Stati Uniti congelano i beni di Gheddafi e dei suoi familiari depositati in America, il figlio del Colonnello, Al-Saadi Gheddafi investe nel cinema hollywoodiano.

Secondo l’agenzia di informazione finanziaria Bloomberg, infatti, il secondogenito del leader libico ha investito ben 100 milioni di dollari in una società di produzione cinematografica fondata da Matty Beckerman e chiamata “Natural Selection”.

Al-Saadi, 37 anni e un passato nel mondo del calcio, avrebbe conquistato con i suoi soldi il mondo del business, pronto a chiudere un occhio, a quanto pare, sulla sanguinaria repressione attuata dal padre in Libia.

Tra i film che la Natural Selection sta producendo in questo momento ci sono “The Ice Man: Confessions of a Mafia Contract Killer” con Mickey Rourke e “Isolation,” un thriller con la figlia di Susan Sarandon, Eva Amurri.

Mentre l’ingresso del figlio di Gheddafi a Hollywood, nel 2009, aveva destato qualche perplessità, oggi che i fondi per il cinema scarseggiano pare che attori e investitori siano disposti a ingoiare il rospo e a partecipare ugualmente ai film prodotti da Al-Saadi.