Fincantieri, Fiom: “Sciopero generale di 8 ore a gennaio”

Pubblicato il 11 Gennaio 2012 16:47 | Ultimo aggiornamento: 11 Gennaio 2012 17:10

ROMA – La Fiom-Cgil dichiara, per il mese di gennaio, 8 ore di sciopero generale di tutte le lavoratrici e di tutti i lavoratori del Gruppo Fincantieri ”contro l’accordo separato e per la sua modifica, da effettuarsi con modalita’ che verranno decise dal Coordinamento nazionale Fincantieri convocato per lunedi’ 16 gennaio a Roma”.

”L’incontro svoltosi a Roma ieri con il ministro dello sviluppo non ha modificato la situazione che si e’ determinata con l’accordo separato sulla riorganizzazione sottoscritto il 21 dicembre scorso”, scrive la Fiom in una nota, ricordando che le tute blu della Cgil hanno manifestato al ministro Passera ”la necessita’ di un intervento del Governo per modificare il piano presentato dall’azienda, soprattutto nelle parti che determinano la cancellazione della missione produttiva dei cantieri di Sestri Ponente e di Castellammare di Stabia, il taglio agli organici di oltre 1.200 addetti e l’ulteriore esternalizzazione di funzioni e attivita”’.

Il ministro da parte sua ”ha dichiarato l’impegno a ricercare soluzioni industriali per mantenere l’attivita’ negli otto cantieri”, ma si e’ ”solo genericamente impegnato a verificare con l’azienda la situazione dei carichi di lavoro, e non si e’ impegnato a fissare in tempi rapidi un incontro per discutere degli sviluppi industriali del gruppo. Inoltre – evidenzia la Fiom -, non ha dato alcuna disponibilita’ ad intervenire sul complessivo processo di riorganizzazione definito dall’accordo separato”.

”La Fiom-Cgil considera l’esito dell’incontro insufficiente per rispondere alle richieste manifestate dai lavoratori nelle assemblee e attraverso le iniziative di lotta effettuate”, prosegue la nota. ”Per queste ragioni, la Fiom-Cgil conferma lo stato di agitazione e il sostegno a tutte le iniziative che verranno programmate rispetto a questo scenario – a partire da quelle oggi in corso a Genova, Porto Marghera e Palermo” e dichiara le otto ore di sciopero per il mese di gennaio.