Il boom dell’addizionale Irpef nei Comuni: +15% in cinque anni

Pubblicato il 8 settembre 2012 14:20 | Ultimo aggiornamento: 8 settembre 2012 14:27

Irpef

ROMA, 8 SET – Più si fa sentire la crisi più i comuni ritoccano l’addizionale Irpef. Che, in soli cinque anni, è aumentata in media del 15%. A rilevarlo è  un’analisi dell’Ancot (Associazione nazionale consulenti tributari) su dati Ifel-Istituto per la Finanza e l’Economia locale.

Secondo la ricerca l’addizionale Irpef di competenza dei comuni ha subito negli ultimi anni un aumento consistente, di pari passo con l’aggravarsi della crisi economica, balzando da un’incidenza pro capite di 41,8 euro nel 2007 a 48,1 euro nel 2010 (+15,7%).

In valori assoluti è nelle Marche che l’addizionale Irpef appare più elevata e la quota pro capite alla fine 2010 ha raggiunto i 69,5 euro per ogni abitante. Al secondo posto c’è il Lazio (67,7 euro) e al terzo la Liguria (67,6 euro). Fanalino di coda il Trentino Alto Adige (5,7 euro).