Fisco, l’estate calda: da giugno a ottobre le date in cui paghi

di Redazione Blitz
Pubblicato il 30 Maggio 2014 16:16 | Ultimo aggiornamento: 30 Maggio 2014 16:19
Fisco, l'estate calda: da giugno a ottobre le date in cui paghi

Fisco, l’estate calda: da giugno a ottobre le date in cui paghi

ROMA – Fisco, l’estate calda: tutte le date da non dimenticare. Si parte il 31 maggio, con il 730, si passa dalla data clou del 16 giugno (Tasi) e si arriva al 25 ottobre per le ultime rettifiche alla dichiarazione dei redditi. Paola Russo sulla Stampa fa un comodo elenco di tutti gli appuntamenti da ricorda.

31 maggio: dipendenti e pensionati devono consegnare il modello Unico al proprio sostituto d’imposta, datore di lavoro o ente pensionistico, attraverso un Caf o un commercialista. Chi possiede una prima casa e a gennaio ha pagato la mini-Imu (il 40% della differenza tra l’aliquota base e quella maggiorata dai Comuni) non devono versare né Irpef né addizionali per questi immobili.

16 giugno: entro questa data, o il 9 luglio in caso di proroga, si dovrà pagare la Tasi-Imu. Chi pagherà in un’unica soluzione non dovrà alcuna maggiorazione, da pagare invece se si deciderà di diluire il pagamento a rate. Il 730 può essere presentato anche da chi ne sarebbe esentato perché incapiente, in modo da far valere eventuali detrazioni o deduzioni, ma anche per chiedere il rimborso di quanto pagato in più nel 2013. Scade il 16 giugno anche la possibilità di correggere il 730.

30 giugno: è la scadenza per presentare il 730 di tutti coloro che non hanno un datore di lavoro e non sono titolari di pensioni. Per questi contribuenti il primo luglio è ammessa la presentazione del modello Unico su carta in qualunque ufficio postale. Il 30 giugno scatta anche il pagamento della seconda rata per i contribuenti non partita Iva che hanno deciso di diluire il pagamento. In questo caso sulla rata scatta una maggiorazione dello 0,13%, che diventa dello 0,33 % per successive rate mensili che si pagano con scadenze ogni fine mese.

16 luglio:  è il termine per pagare la Tasi con una maggiorazione dello 0,4%. Come ogni 16 del mese scatta anche la rata dei titolari si partita IVA che hanno scelto di rateizzare il pagamento, con interessi dello 0,32% sulla prima rata.

30 settembre: entro questa data i lavoratori dipendenti e i pensionati che percepiscono anche reddito di impresa, da lavoro autonomo o con partita IVA devono consegnare il modello Unico.

25 ottobre: è il termine ultimo per correggere il modello 730 presentando un nuovo modello 730 rettificato.