--

Fisco e redditi: contare fino a 125 prima di trovare un italiano da 120 mila dichiarati

di Lucio Fero
Pubblicato il 18 Gennaio 2021 10:38 | Ultimo aggiornamento: 18 Gennaio 2021 10:38
Fisco e redditi: contare fino a 125 prima di trovare un italiano da 120 mila dichiarati

Fisco e redditi: contare fino a 125 prima di trovare un italiano da 120 mila dichiarati (Foto Ansa)

Fisco e redditi, o meglio fisco e redditi dichiarati. Contare fino a 125, allineare 125 contribuenti italiani prima di trovarne uno che dichiara da 120 mila euro lordi annui in su. Uno ogni 125 vuol dire lo 0,8% dei circa 41 milioni di contribuenti italiani,

Agiati, benestanti, ricchi e super ricchi quanti sono? Pochissimi, una manciata

Quanta è la gente in Italia che sta economicamente bene e più che bene? Quanti sono quelli che possono spender, consumare, risparmiare e magari investire e tutto insieme. Qual è la somma degli agiati, benestanti, ricchi e super ricchi cominciando a sommare partendo da redditi alti ma non altissimi? Secondo le dichiarazioni del redditi al fisco, una manciata di cittadini. Solo 325 mila contribuenti dichiarano redditi annuali per più di 120 mila euro lordi. E sono, non a caso, in quasi totalità reddito da lavoro dipendente o da pensione. Insomma redditi immediatamente accertabili. I redditi non accertabili alla fonte sono la nettissima minoranza tra i 325 mila. Intere professioni e attività, libere ed autonome, sono secondo dichiarazione dei redditi, fuori dell’area in cui si spende, consuma e risparmia senza grandi problemi.

120 mila lordi annui, meno 50 mila di Irpef

Un reddito di 120 mila euro lordi annui paga circa 50 mila euro di Irpef, cui si aggiungono addizionali locali e altre imposte. Per il risultato a fine mese per cui i 120 mila lordi diventano 5000 netti al mese. Per inciso, i 325 mila pagano il 16 per cento di tutta l’Irpef e sono appunto lo 0,8 per cento della platea dei contribuenti, di certo la progressività della tassazione in relazione al reddito è più che garantita con un rapporto da uno a venti.

Uno ogni 125 a cinquemila netti al mese

Se questo fosse la realtà dei redditi degli italiani come avrebbero fatto gli stessi italiani a “patrimonializzare” negli anni circa novemila miliardi di euro tra euro tra case, investimenti, risparmi (1600 miliardi parcheggiati sono nei conti correnti)? Senza contare la liquidità ancora massiccia e diffusa.