Fisco: se mandi tuo figlio alla scuola privata, la Guardia di Finanza lo sa

Pubblicato il 27 aprile 2009 14:55 | Ultimo aggiornamento: 27 aprile 2009 14:55

L’iscrizione di un figlio ad una scuola privata è da oggi considerato dalla Guardia di Finanza un indice di ricchezza, come l’automobile di lusso o lo yacht. Il ministero dell’Economia, per combattere l’evasione, ha deciso di controllare gli elenchi degli alunni delle scuole private, uno strumento in più per stabilire l’effettiva capacità di spesa dei contribuenti. Il senso del provvedimento è chiaro: non puoi dichiararti nullatenente e poi iscrivere tuo figlio alla scuola privata.

I primi a reagire negativamente sono stati i rappresentanti delle scuole cattoliche. Temono la fuga degli utenti che vogliono evitare i controlli del fisco e non li convince la mortificazione della libertà di educare a bene voluttuario.