Fondi pensione, +0,5% sull’aliquota così le casse private recuperano sulle rendite

di Redazione Blitz
Pubblicato il 30 Maggio 2014 12:04 | Ultimo aggiornamento: 30 Maggio 2014 12:04
Fondi pensione, +0,5% sull'aliquota così le casse private recuperano sulle rendite

Fondi pensione, +0,5% sull’aliquota così le casse private recuperano sulle rendite

ROMA – Fondi pensione, +0,5% sull’aliquota così le casse private recuperano sulle rendite. Aumento per il 2014 dello 0,5% (all’11,5%) dell’aliquota dell’imposta sostitutiva a carico dei fondi pensione complementari per consentire un credito d’imposta alle casse previdenziali privatizzate che sterilizzi l’aumento della tassazione dal 20 al 26% previsto per le rendite finanziarie. Lo prevede un emendamento (relatori) al Dl Irpef accantonato.

L’emendamento, firmato da Cecilia Guerra (Pd) e Antonio D’Alì (Ncd), ancora accantonato, prevede che in attesa di armonizzare, a decorrere dal 2015, la disciplina di tassazione dei redditi di natura finanziaria degli enti previdenziali privati con quella relativa alle forme pensionistiche complementari, sia riconosciuto “un credito d’imposta pari alla differenza tra l’ammontare delle ritenute e imposte sostitutive applicate nella misura del 26% sui redditi di natura finanziaria relativi al periodo che va dal 1 luglio al 31 dicembre 2014, dichiarate e certificate dai soggetti intermediari o dichiarate dagli enti medesimi e l’ammontare di tali ritenute e imposte sostitutive computate nella misura del 20%”.

Il credito d’imposta andrà indicato nella dichiarazione dei redditi per il 2014 e non concorre alla formazione del reddito ai fini delle imposte sui redditi e potrà essere utilizzato a decorrere dal 1 gennaio 2015 esclusivamente in compensazione. La norma viene finanziata appunto aumentando nel 2014 dello 0,5% (dall’11% all’11,5%) l’aliquota dell’imposta sostitutiva sui fondi pensione complementari.