Francia: libere professioni? Più di 6000 euro al mese in media, esclusi i medici

Pubblicato il 18 Febbraio 2010 20:55 | Ultimo aggiornamento: 18 Febbraio 2010 20:55

Prima della grande crisi i 173 mila liberi professionisti francesi guadagnavano in media seimila euro al mese, fatta eccezione per i medici che non fanno parte di questa statistica pubblicata dal quotidiano Le Figaro.

Avvocati, commercialisti, architetti, ingegneri sono nettamente più ricchi, secondo l’Insee, la società che ha fatto la statistica, di altre categorie, considerate come indipendenti, commercianti e artigiani, che non superano i 36 mila euro annuali, contro i 74 mila dei liberi professionisti.

Staccati anche i quadri del settore privato che si fermano a 46 mila annuali. Entrando nel dettaglio delle professioni, è il diritto il settore che si dimostra più redditizio di tutti: i notai stanno sui 230 mila euro all’anno, gli avvocati si contentano di 61 mila euro, ma non quelli della regione parigina, dove salgono a 70 mila.

L’avvocatura è il settore nel quale le donne sono economicamente più affermate nelle libere professioni. Gli architetti guadagnano in media 52 mila euro, i geometri 74 mila.