Fs, bilancio positivo: utile netto +53%. Ma il servizio è ancora carente

di redazione Blitz
Pubblicato il 27 settembre 2013 13:17 | Ultimo aggiornamento: 27 settembre 2013 13:18
Fs, bilancio positivo: utile netto +53%. Ma il servizio è ancora carente

Mauro Moretti (Foto Lapresse)

ROMA – I conti di Ferrovie dello Stato sono decisamente raddoppiati rispetto allo scorso anno. In una nota del gruppo guidato da Mauro Moretti si legge che la semestrale di Fs, approvata il 26 settembre, evidenzia un risultato netto positivo di 278 milioni di euro, in crescita del 52,7% rispetto al risultato registrato al 30 giugno 2012, quando il dato si fermò a 182 milioni di euro. In termini assoluti, il miglioramento è di 96 milioni. Peccato che lo stesso non si dica dei servizi, ancora carenti, sia in termini di infrastrutture che di manutenzione ed efficienza.

Secondo una classifica di Eurostat, l’Italia si piazza solo dodicesima in Europa, con soli 715 Km (-12%) contro gli 818 Km di 10 anni prima. Mentre l’Osservatorio nazionale sulle liberalizzazioni dei trasporti (Onlit),  ci bacchetta: “I soldi spesi in Italia per le infrastrutture sono stati in linea con quelli europei, ma a parità di spesa, si sono costruiti meno km di nuove linee di Alta Velocità rispetto a Spagna o Francia”. Lo sviluppo del nostro Paese – spiega l’Onlit – è frenato poi da ”alti costi di gestione e assenza di concorrenza nel segmento pendolare ed interregionale, che sviluppa 3 milioni di passeggeri trasportati al giorno (pax) contro i meno di 100mila dell’Alta Velocità”.

Intanto però Ferrovie dello Stato corre spensierata sul binario degli utili. La società attribuisce questo andamento al “solido incremento dei ricavi operativi, cresciuti complessivamente dell’1,5% in seguito all’aumento dei ricavi e delle prestazioni (+ 55 milioni)”. Bene anche sul versante dei costi operativi, diminuiti di 38 milioni (-1,2%). Tutte le società del gruppo, si legge ancora nella nota, hanno contribuito alla performance economica di questa prima metà dell’anno. E il trend promette di restare positivo anche nella seconda parte dell’anno.

Merito anche della gestione Moretti, pare, che si appresta a chiudere il sesto bilancio positivo consecutivo, il primo del terzo mandato, appena cominciato con la riconferma avvenuta il 9 agosto scorso.