Borse, la Lse Group si fonde con la canadese Tmx: nasce il gigante dell’energia e delle materie prime

Pubblicato il 9 Febbraio 2011 13:00 | Ultimo aggiornamento: 9 Febbraio 2011 13:00

MILANO – London Stock Exchange (Lse), la società che controlla i mercati finanziari di Londra e Milano, e Tmx Group, proprietaria della borsa di Toronto, si fonderanno, dando vita a un gigante che dominerà il trading nell’energia e nelle materie prime. Lo hanno annunciato le due società in una nota congiunta, confermando le voci che si erano rincorse nelle ultime ore.

L’operazione avverrà tramite scambio di azioni. Lse arriverà a controllare il 55% del capitale. Il gruppo sarà guidato dall’attuale ad di Lse, Xavier Rolet, e avrà un quartier generale sia nella capitale britannica che a Toronto.

Il consiglio della nuova società sarà composto da 15 membri, 8 nominati da Lse (tre dei quali indicati da Borsa Italiana, controllata da Lse) e 7 da Tmx. Wayne Fox sarà il presidente non esecutivo mentre Chris Gibson-Smith (che rimane presidente di Lse) e Paolo Scaroni saranno i vice presidenti. Il board esecutivo è composto da Xavier Rolet come Ceo (è anche Ceo di Lseg), Thomas Kloet come presidente (è Ceo di Tmx), Michael Ptasznik come Cfo (ricopre la stessa carica in Tmx) e Raffaele Jerusalmi come direttore (è Ceo di Borsa Italiana).

La nuova società nata dalla fusione fra la Borsa di Londra e quella canadese manterrà due centri direzionali nella capitale britannica e a Toronto ma Milano, sede di Borsa Italiana, sarà il centro del nuovo gruppo per il reddito fisso, combinando la società canadese Shorcan con le italiane Mts e Mot. Milano manterrà anche il centro per lo scambio azionario globale e i servizi europei di post trading.