Gb, addio al tetto massimo delle rette nelle Università: e il costo per gli studenti triplica

Pubblicato il 3 Novembre 2010 16:19 | Ultimo aggiornamento: 3 Novembre 2010 19:42

Chi vuole frequentare l’università in Gran Bretagna potrebbe dover pagare tre volte di più: David Willetts, il rappresentante del governo per la Scienza e l’Università, ha annunciato oggi, 3 novembre, che il governo di David Cameron consentirà agli atenei di alzare la retta, attualmente ferma a un tetto di 3.290 sterline all’anno, fino a un massimo di 9.000 sterline.

Ogni istituzione universitaria che intende far pagare più di 6.000 sterline dovrà rendere più severi gli standard di accesso, ha detto Willetts annunciando anche che i tassi di interesse sui prestiti agli studenti universitari aumenteranno fino a tre punti percentuali sopra l’inflazione nell’arco di due anni.

Consentendo alle università di far pagare di più, lo Stato potrà ridurre le sue spese nel settore del 40 per cento. Willett ha detto che il governo conservatore, oltre al ‘bastone’, ha pronta una ‘carota’: ”Ci sarà maggiore scelta per gli studenti e una concentrazione maggiore sull’insegnamento di qualità”.

La riforma dell’università non vede d’accordo la coalizione di governo: i liberal democratici di Nick Clegg avevano fatto campagna elettorale su una proposta di abolizione delle rette universitarie.