Genenta Science, la start-up vola. 10 mln, primo round investimento da record

di Redazione Blitz
Pubblicato il 5 Marzo 2015 14:34 | Ultimo aggiornamento: 5 Marzo 2015 14:37
Genenta Science, la start-up vola. 10 mln, primo round investimento da record

Genenta Science, la start-up vola. 10 mln, primo round investimento da record

ROMA – Genenta Science, la start-up vola. 10 mln, primo round investimento da record. La start-up biotecnologica fondata da Ospedale San Raffaele, Pierluigi Paracchi, Luigi Naldini e Bernhard Gentner ha concluso il round di investimento, con il supporto di Banca Esperia, raggiungendo il proprio obiettivo di raccolta: 10 milioni di euro.

Un successo che piazza Genenta Science quale capofila quanto a raccolta finanziaria delle 3380 start-up innovative iscritte all’Albo. Dal 2000, in piena bolla tecnologica, nessun’altra start-up ha riscosso tanto capitale in un solo round da investitori italiani. L’ingresso dei nuovi soci permetterà alla società di completare la fase di studio pre-clinico e di progredire nella preparazione della fase clinica del proprio protocollo terapeutico antitumorale.

Genenta Science si propone di sviluppare una terapia basata sull’inserimento di un gene terapeutico nelle cellule staminali, indifferenziate, del midollo osseo in grado di indurre, nella progenie di cellule differenziate che infiltra i tumori (monociti e macrofagi), la produzione di una proteina, l’interferone-α. Il gene terapeutico è inserito nelle cellule staminali ematopoietiche del paziente attraverso un vettore lentivirale derivato dall’HIV e opportunamente modificato.

L’interferone è generalmente prodotto dal nostro organismo come risposta alle infezioni, ma per il quale è stata dimostrata anche una potente attività anti-tumorale. Tuttavia, l’uso clinico dell’interferone come farmaco è stato finora limitato a causa dall’elevata tossicità. Il controllo della trascrizione genica e della traduzione proteica alla base della terapia fa sì che i monociti/macrofagi siano in grado di esprimere interferone selettivamente solo nella zona del tumore, abbattendone gli effetti nocivi.

I soci fondatori di Genenta Science sono l’Ospedale San Raffaele, Pierluigi Paracchi – già investitore e Consigliere di amministrazione di EOS, start-up biotech italiana acquisita da Clovis Oncology (Nasdaq: CLVS), e gli scienziati Luigi Naldini – Direttore dell’Istituto San Raffaele-Telethon per la Terapia Genica (TIGET) e della Divisione di Medicina Rigenerativa, Cellule Staminali e Terapia Genica dell’Ospedale San Raffaele – e Bernhard Gentner – Ematologo e Ricercatore all’Ospedale San Raffaele e presso il TIGET.