Generali, arriva il voto unanime del Cda: Gabriele Galateri nuovo presidente

Pubblicato il 8 Aprile 2011 19:31 | Ultimo aggiornamento: 8 Aprile 2011 20:25

Gabriele Galateri (foto La Presse)

MILANO – Trovato l’accordo: il Cda di Generali ha nominato con voto unanime Gabriele Galateri presidente. La sua nomina dovrà essere ratificata dall’assemblea degli azionisti il prossimo 30 aprile a Trieste. Questo appuntamento sarà preceduto da un comitato nomine di Mediobanca.

Il consiglio Generali, che ha nominato Gabriele Galateri alla presidenza del Leone col voto favorevole anche del vicepresidente Vincent Bollorè, si è tenuto al gran completo. Chi non ha potuto recarsi fisicamente nella sede romana della compagnia in Piazza Venezia si è collegato in videoconferenza. Tra gli altri – si apprende – hanno partecipato a distanza all’appuntamento, Alberto Nagel e Francesco Saverio Vinci di Mediobanca, l’imprenditore ceco Petr Kellner, l’economista Paola Sapienza, l’avvocato Alessandro Pedersoli e l’a.d dell’Eni Paolo Scaroni.

”Sono felice di essere rientrato in un Consiglio a cui ho gia’ partecipato in passato”. Cosi’ Gabriele Galateri, appena nominato presidente di Generali, commenta la decisione del Cda del Leone concluso da pochi minuti. ”L’impegno che mi propongo e’ consentire alla societa’ di raggiungere traguardi ancora piu’ ambiziosi di quelli che fino ad ora ha raggiunto”.

In una nota diffusa al termine della riunione la compagnia ha ufficializzato la nomina all’unanimità indicando che al presidente ”spettano i poteri previsti dalla normativa di legge e regolamentare vigente oltre che dallo statuto sociale”.

La scelta è ricaduta su Galateri perché il presidente Telecom uscente sembra avere il giusto profilo: ha l’età giusta, la levatura internazionale e conosce bene la compagnia, dato che ha trascorso cinque anni alla vice presidenza. Sono questi dunque i ragionamenti che sono stati fatti tra i consiglieri che hanno trovato quindi un consenso sul nome del manager piemontese. Galateri, ritenuto una figura ottima per i rapporti con le istituzioni, è giudicato in grado di rappresentare la compagnia ai massimi livelli.

Galateri, prima che presidente Telecom, è stato anche presidente di Mediobanca dal 2003 al 2007 e, in quanto tale, vice presidente di Generali, incarico che ha mantenuto anche l’anno successivo.

Bollorè: molto lieto di nomina. ”Sono molto lieto. E’ un uomo molto intelligente, lo conosco dai tempi di Mediobanca”. Lo ha detto il vice presidente delle Generali, Vincent Bollorè.

Della Valle: nessuna ricaduta su Mediobanca, con Galateri più liberi. La nomina di Gabriele Galateri alla presidenza di Generali ”non avrà nessuna ricaduta su Mediobanca ” ed è una ”stupidaggine” l’idea che vi sia un disegno politico. Lo ha detto Diego Della Valle al termine del cda del Leone.

”Sono molto soddisfatto”, ha aggiunto Della Valle, secondo cui quello che cambia è che ”i manager si occuperanno meglio della gestione, senza turbolenze”.