Giappone, la crisi peggiora: più disoccupazione e meno produzione industriale

Pubblicato il 29 Giugno 2010 8:21 | Ultimo aggiornamento: 29 Giugno 2010 9:02

Naoto Kan

La disoccupazione cresce, seppur di poco, in Giappone e si riporta a maggio al 5,2 per cento, contro il 5,1 per cento di aprile. Lo ha reso noto il ministero degli Affari interni e delle Comunicazioni, secondo cui il numero di senza lavoro si è attestato a quota 3,47 milioni, invariato su base annua.

Migliora, in base a un rapporto del ministero del Lavoro, il rapporto tra offerta e domanda, salito allo 0,50 per cento, a fronte dello 0,48 per cento di aprile: il dato significa che ci sono 50 posti di lavoro disponibili per ogni 100 richieste avanzate.

Frena la produzione industriale, che segna un meno 0,1 per cento a maggio rispetto ad aprile. Lo ha reso noto il ministero dell’Economia, del Commercio e dell’Industria, secondo cui il sotto-indice sulle consegne è sceso dell’1,7 per cento, mentre quello sulle scorte è salito del 2 per cento.

Il risultato, nel complesso, è in linea con le attese degli analisti, dopo il rialzo dell’1,3 per cento registrato dalla produzione industriale nel mese di aprile. I produttori manifatturieri, nel consueto sondaggio del ministero, si aspettano un aumento degli ordini dello 0,4 per cento a giugno e dell’1 per cento a luglio.