Squinzi replica a Monti: “Se spread sale non è colpa mia. Nessun asse con Cgil”

Pubblicato il 9 luglio 2012 17:00 | Ultimo aggiornamento: 9 luglio 2012 17:45
Giorgio Squinzi

Giorgio Squinzi (Foto Lapresse)

LUCCA – Il presidente di Confindustria, Giorgio Squinzi, incassa la provocazione del premier Mario Monti e rilancia: “Non sono le mie dichiarazioni a far salire o scendere lo spread”. Poi però fa marcia indietro sulle polemiche sorte dopo il suo intervento di sabato a Serravalle Pistoiese. Nessuna critica al governo, niente “macelleria sociale” e asse con la Cgil di Susanna Camusso: ”Non me le aspettavo – dice – sono polemiche basate su frasi decontesualizzate dal discorso generale in cui il senso era diverso”.

Il numero uno di Confindustria lo dice forte e chiaro: “Non è in atto un asse con la Cgil”. E anzi: “Noi apprezziamo quello che questo governo sta facendo. Sicuramente. Anche se c’è ancora tanto da fare”.

“Peraltro – ha aggiunto – ho sempre apprezzato, non ho mai detto il contrario, il professor Monti e il suo governo che ci hanno dato credibilità internazionale, che non avevamo negli ultimi tempi”.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other