Bazoli al Financial Times: “Capitalismo di relazione non è causa dei problemi”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 24 febbraio 2014 11:14 | Ultimo aggiornamento: 24 febbraio 2014 11:14
Bazoli al Financial Times: "Capitalismo di relazione non è causa dei problemi"

Bazoli al Financial Times: “Capitalismo di relazione non è causa dei problemi”

ROMA – Bazoli al Financial Times: “Capitalismo di relazione non è causa dei problemi”. Il “capitalismo di relazione” non è la causa dei fallimenti del sistema economico e finanziario italiano. Ne è convinto Giovanni Bazoli, presidente del Cds di Intesa Sanpaolo, intervistato dal Financial Times, che ne traccia un lungo ritratto, fin dai tempi dell’arrivo al Banco Ambrosiano, chiamato dall’allora ministro del tesoro Beniamino Andreatta dopo la tragica morte di Roberto Calvi nel 1982. “Oggi – spiega il professore – va per la maggiore l’opinione comune che la causa dei fallimenti del sistema economico e finanziario italiano sia il cosiddetto ‘capitalismo di relazione'”.

“Al contrario – prosegue – io penso che dobbiamo considerare che la storia di qualsiasi società, così come quella di ogni gruppo sociale, famiglia e nazione, sia sempre una storia di relazioni”. Bazoli chiarisce poi che “l’unico vero problema delle relazioni che intervengono negli affari è un altro: è una questione di qualità delle relazioni, se esse sono positive o negative, corrette e trasparenti oppure corrotte e intricate”. Quanto al futuro dell’Italia, Bazoli sostiene di “crederci”. “Magari non domani – spiega – ma dopodomani”. “Credo – conclude – che la generazione dei miei nipoti riporterà l’Italia in luce, sono molto qualificati”.

A parte l’accenno al dopodomani (in realtà Renzi è “condannato” a fare subito le Riforme per non deludere le aspettative e l’apertura di credito concessagli dai mercati), stupisce come dal capitalismo di relazione secondo Bazoli siano scomparsi i conflitti di interesse permanenti, l’ingessamento del sistema bancario chiuso alla capitalizzazione sul mercato, il potere delle fondazioni supine al controllo delle segreterie dei partiti, le scatole cinesi…