Goldman Sachs: “Grillo il vero problema della Ue, altro che Cipro”

Pubblicato il 2 Aprile 2013 6:00 | Ultimo aggiornamento: 1 Aprile 2013 13:28
Il logo di Goldman Sachs

Il logo di Goldman Sachs

ROMA – Il vero problema del’Unione europea non è Cipro, ma l’Italia e il “fattore Grillo”. Lo sostiene, in un’intervista a Bloomberg tv, Jim O’Neill, presidente di Goldman Sachs Asset Management, lo stesso che in una nota dello scorso primo marzo aveva detto che l’esito delle elezioni italiane era interessante, in quanto premessa per una stagione di riforme.

“Nonostante i costi – premette O’Neill – Cipro resterà nell’euro”. Per O’Neill, piuttosto che i problemi dell’isola, il vero problema è Beppe Grillo in Italia. “A mio avviso, la storia più interessante – dice O’Neill – è il fattore Grillo in Italia. Non capisco come i duri del Nord Europa non stiano pensando a questo problema. L’Italia è la terza economia dell’Eurozona e, se non comincia presto ad avere un po’ di crescita, gli italiani inizieranno a chiedersi quali siano i benefici della permanenza nell’euro”.

Prima di Goldman Sachs era stato anche Hollande a vedere un “pericolo Grillo”. Il presidente francese,  giovedì 28 marzo in diretta tv su France 2 aveva infatti ammonito:”L’austerità porterà l’Europa all’esplosione. Vedo montare i populismi e gli egoismi nazionali. Avete visto cos’è successo in Italia?”