Google: il click sbagliato del dipendente costa 10 milioni di dollari

di Redazione Blitz
Pubblicato il 10 dicembre 2018 9:55 | Ultimo aggiornamento: 10 dicembre 2018 9:55
Google: il click sbagliato del dipendente costa 10 milioni di dollari

Google: il click sbagliato del dipendente costa 10 milioni di dollari

ROMA – Avrà un costo milionario, per Google, l’errore di un singolo dipendente, che martedì scorso, per tre quarti d’ora, ha fatto comparire online un rettangolo giallo al posto dei classici banner pubblicitari. L’episodio è stato confermato da un portavoce dell’azienda al Financial Times, che stima il costo in 10 milioni di dollari. Il rettangolo giallo è comparso dalle ore 19 alle 19:45 del 4 dicembre su migliaia di siti statunitensi e australiani.

A farlo materializzare, un dipendente di Google che stava partecipando a un corso per aiutare i clienti a imparare come usare la piattaforma pubblicitaria dell’azienda. Il dipendente inavvertitamente ha fatto un ordine per diffondere la sua finta pubblicità, offrendo a chi la ospitava – sempre per errore – un lauto guadagno: 25 dollari ogni mille visualizzazioni, contro un prezzo di mercato di 2 dollari. Google ha dichiarato che pagherà i siti che hanno ospitato il finto banner pubblicitario.

Un portavoce di Google ha spiegato che “un esercizio di formazione degli inserzionisti ha determinato un errore sui siti degli editori della durata di circa 45 minuti. Non appena ci siamo resi conto di questo errore in buona fede, abbiamo lavorato rapidamente per fermare le campagne in esecuzione. Onoreremo i pagamenti agli editori per qualsiasi annuncio acquistato e stiamo lavorando duramente per mettere in atto misure di salvaguardia per garantire che ciò non accada di nuovo”.