Grecia, i camionisti sospendono lo sciopero dopo 18 giorni

Pubblicato il 1 Ottobre 2010 8:09 | Ultimo aggiornamento: 1 Ottobre 2010 8:17

I sindacati dei camionisti hanno deciso questa notte di sospendere lo sciopero che dura da 18 giorni. La decisione, presa in una riunione dai leader della protesta, deve essere tuttavia ratificata da un voto dell’assemblea di base. Dopo un colloquio positivo con il ministro per lo Sviluppo Economico, Mikhalis Chrisochoidis, che aveva dato nuove garanzie ai lavoratori in rivolta contro il piano di liberalizzazione, il presidente della Federazione degli autotrasportatori Giorgio Tzortzatos si era infatti riunito con i nove leader sindacali.

Al termine era stata annunciata la fine del lungo sciopero che ha provocato 1,5 miliardi di danni e semiparalizzato industria e commercio facendo temere una grave penuria di carburante. Successivamente però il capo del Comitato di sciopero, Giorgio Paspatis, aveva affermato che la decisione era stata annunciata senza prima consultare la base, e ha convocato per oggi una riunione al fine di votare sulla fine della protesta.

La decisione di porre fine alla protesta fa seguito ad un duro braccio di ferro con il governo che ha provocato l’interruzione dei rifornimenti all’industria e al consumo e ha spinto il Parlamento a votare un emendamento che prevede fino a cinque anni di reclusione e la revoca della licenza per i camionisti che non obbediscono all’ordine di precettazione in vigore da luglio.