Grecia crisi. Eventuale default costa 20 mld all’Italia. Tensione Borsa e spread

di Redazione Blitz
Pubblicato il 25 Maggio 2015 10:35 | Ultimo aggiornamento: 25 Maggio 2015 11:02
Grecia crisi. Eventuale defualt costa 20 mld all'Italia. Tensione Borsa e spread

Grecia crisi. Eventuale defualt costa 20 mld all’Italia. Tensione Borsa e spread

ROMA –  Grecia crisi. Eventuale default costa 20 mld all’Italia. Tensione Borsa e spread. La crisi della Grecia, ancora priva di una soluzione, pesa sulle Borse europee ad eccezione di Londra (+0,26%), dopo l’involontaria rivelazione della Bank of England sull’abbandono dell’Ue da parte del Regno Unito.

Negativi i futures su Atene, mentre Milano (Ftse Mib -1,52%) è la piazza che segna il maggior calo, preceduta da Madrid (-1,24%), Francoforte e Parigi (-0,4% entrambe). Giù le banche italiane (Unicredit, Bpm e Banco Popolare -2,4%).

Dopo che il governo greco ha ribadito ieri che non non rimborserà nessuna delle quattro rate in scadenza a giugno per la restituzione del prestito al Fondo monetario internazionale (1,6 miliardi di euro) anche lo spread tra Italia e Germania è tornato in tensione (ha aperto la settimana a 124 punti).

Quali le conseguenze per l’Italia in caso di default greco in termini economici? L’economista Luigi Zingales, (intervistato da Valentina Conte per La Repubblica) guarda, in caso di default, ai 20 miliardi di prestiti diretti che andrebbero perduti.

A questo punto ritengo probabile un default della Grecia, anche se non tutto è perduto, esistono ancora margini di trattativa e le posizioni sono avvicinabili. Se però così fosse, con Atene fuori dall’euro, non solo l’Italia rischierebbe di perdere almeno 20 miliardi di prestiti diretti. Ma sarebbe la prossima in lista. Finché durano gli acquisti massicci della Bce, ovvero il quantitative easing non ci sarà un ampliamento degli spread. Ma l’Italia rischia di perdere almeno 20 miliardi, la metà dei suoi prestiti diretti alla Grecia, visto che un default al 50% è ragionevole. (La Repubblica).

Il rischio, osserva poi, è anche di “contagio psicologico”. Intervistato anche da Qn rimarca: “Se gli italiani vedono file di greci agli sportelli delle banche, certamente si faranno condizionare e faranno la stessa cosa”.