Grecia? Non si sa. Governi e mercati ballano tra accordo e default

di Redazione Blitz
Pubblicato il 26 Maggio 2015 15:32 | Ultimo aggiornamento: 26 Maggio 2015 15:33
Grecia? Non si sa. Governi e mercati ballano tra accordo e default

Grecia? Non si sa. Governi e mercati ballano tra accordo e default

ROMA – Grecia? Non si sa come andrà a finire. Intanto i governi e i mercati ballano tra accordo e default. E che la situazione sia di estrema incertezza lo dimostrano tutti i principali giornali italiani. Ognuno, infatti, titola a modo suo puntando ora sull’ottimismo ora sullo spauracchio del default.

La Repubblica, per esempio, punta sul monito del direttore del Fondo Salva Stati ad Atene. “Il tempo sta finendo” dicono dal Fondo. Non è la prima volta in verità, così come la sostanza di quanto detto dal direttore del Fondo è in qualche modo già sentita: “Stiamo lavorando giorno e notte per un’intesa, c’è il rischio di insolvenza e tanti rischi ad esso collegati”.

Il Corriere della Sera, invece, punta sul Varoufakis di oggi che prova a smentire il ministro dell’Interno Nikos Voutsis di qualche giorno fa. Varoufakis dice “pagheremo tutto e in tempo”. Voutstis aveva detto “non paghiamo” perché “non abbiamo i soldi per farlo”. Ballano 1,6 miliardi di euro da dare al Fondo Monetario Internazionale. Soldi che senza accordo, al di là di quanto dice Varoufakis, non ci sono. La Grecia ha già raschiato il fondo del barile qualche mese fa concentrando e utilizzando per pagare stipendi e pensioni le risorse degli enti locali.

Punta sulle parole (critiche) di Varoufakis anche il Sole 24 Ore: “L’austerità l’abbiamo già fatta” dice il ministro. Difficile dargli tutti i torti. Come è difficile darli a chi vuole far rispettare accordi che la Grecia ha sottoscritto. La situazione, insomma, continua a sembrare senza via d’uscita. Mercati e governi, intanto, aspettano.