Grecia, Tsipras: “Pronti a dire un grande no ad un cattivo accordo”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 17 Giugno 2015 15:02 | Ultimo aggiornamento: 17 Giugno 2015 15:08

ATENE – Nonostante l’appello della Banca centrale greca il governo ellenico è pronto a dire un “grande no” a un cattivo accordo, ha detto il premier Alexis Tsipras. E il governo tedesco già prepara un “piano per contenere” il fallimento dei negoziati con Atene.

Il leder di Syriza non ha cambiato idea dopo l’incontro con il cancelliere austriaco Werner Faymann. “La nostra proposta assicura che centreremo gli obiettivi di bilancio fissati dalle istituzioni per il 2015 e 2016”, ha detto il capo del governo greco, chiarendo di non avere paura di prendere decisioni difficili e ribadendo che sui tagli alle pensioni non si può fare di più.

La proposta greca elimina gradualmente l’opzione del pensionamento anticipato dal 2016, ha spiegato Tsipras, e genererà risparmi aggiuntivi per 2,5 miliardi nel periodo 2016-2022. Per il premier greco ottenere risparmi per 1,8 miliardi nel 2016 solo dai tagli alle pensioni non è possibile mentre la proposta greca porterà risparmi per 300 milioni.

“La richiesta di reperire risparmi con tagli alle pensioni è incomprensibile. Se i leader europei insistono su questa incomprensibile richiesta, si assumeranno il costo di conseguenze che non porteranno benefici a nessuno”.

(Nelle foto Ansa il ministro delle Finanze greco, Yanis Varoufakis, mentre assiste in terra ad una seduta del Parlamento greco)